Benvenuti nella pagina web
dedicata al Calendario 2021
della città di Cava de' Tirreni

Gli autori dei testi presentano il Calendario 2021

La città di Cava de' Tirreni. NATURA e PAESAGGIO

Pubblicazione del Comune di Cava de’ Tirreni
curata dal III Settore, Ufficio Biblioteca e Archivio Storico
ed offerta dal comitato "Figli di Mamma Lucia"

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Dario Cantarella

Seduti nel nostro calessino, percorremmo la bellissima regione alla quale l'occhio pittorico di Kniepp non cessava di rendere omaggio. Raggiunta  la gola fra le montagne, l'attraversammo su uno stradale liscio e veloce corsa costeggiando magnifici boschi e rocce e quando, nella contrada della Cava, vedemmo stagliarsi dinanzi a noi, nel cielo, un monte stupendo,  Kniepp non potè astenersi dal fissarne  sulla carta uno schizzo, caratterizzandone con nettezza sia i fianchi che la base, Ce ne compiacemmo entrambi, considerandolo la prima prova tangibile del nostro sodalizio...
Queste sono le parole che Goethe scrive nel suo "Viaggio in Italia" il 23 marzo 1787.
Chiaramente, si riferisce a Monte San Liberatore e al paesaggio cavese; che sarà il prossimo argomento del calendario 2021 di Cava de' Tirreni curato da Gaetano Guida.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Federico Guida

Il paesaggio è come un libro aperto nel quale possiamo leggere i segni della nostra storia. E questo è quello che ci aiuta a fare il calendario 2021 di Gaetano Guida, riscopriamo, così, la grotta di Bonea nelle descrizioni degli antichi viaggiatori che la visitarono lungo sentieri e percorsi che, allora,  la collegavano direttamente alla vicina Badia. Sentieri e percorsi che, purtroppo, oggi sono dimenticati e scomparsi.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Aniello Ragone

Ci sono, per alcuni bisognerebbe dire: “ci sono stati”, degli esseri viventi che hanno potuto vedere, nel  corso dei secoli, diversi avvenimenti della nostra Cava de’ Tirreni.  E troviamo, quindi,  uno che ha visto la Monaca Susanna salire sull'eremo di San Liberatore e prenderne possesso per fondare il monastero femminile. Un altro, invece, ha difeso dai raggi del sole il giovane Torquato Tasso, quando era qui in soggiorno a Cava de’ Tirreni. Altri, invece, sono serviti semplicemente per la millenaria “caccia dei colombi”.
Questi esseri viventi sono gli alberi, gli alberi secolari della nostra Cava e, addirittura, uno di essi è stato inserito all'interno della Divina Commedia, ovviamente “Cavaiola”. Tutto questo nel nuovo calendario 2021 curato da Gaetano Guida.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Lucia Palumbo

Il paesaggio è uno “stato d’animo”.
È il profumo della ginestra, del narciso, è il paesaggio della Cava.
Un patrimonio storico ambientale, uno scrigno di perle dove si fondono storia, arte e natura.
Il paesaggio, come suggerisce la “Convenzione Europea del Paesaggio” è identità culturale, quando è capace di salvaguardare, custodire, tramandare. Il paesaggio è un bene culturale, inteso non solo come fruizione personale, ma allargato e disteso a tutta la comunità, per diventare bene collettivo comune, identità.
Il calendario 2021 di Gaetano Guida: “La città di Cava de’ Tirreni. Natura e Paesaggio” è un'azione efficace di divulgazione e diffusione della nostra identità. Un caleidoscopio di meravigliosi paesaggi, sentieri, opere d’arte, itinerari naturalistici: la nostra città in tutta la tua bellezza.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Giuseppe Apicella

La valle di San Liberatore
di MATTEO APICELLA

Silente valle solitaria e ombrosa,
d’alberi di gran fusto inghirlandata,
di Cava sei la perla più vezzosa
e dalla gente tanto decantata.

Da San Liberatore riparata,
O valle aprica, terra generosa,
ai piedi suoi regni indisturbata
come una rosa bella e odorosa.

Laggiù v’è un prato riposante, erboso,
morbido, profumato e sempre tinto
d’un bel verde fresco e vaporoso.

di folte siepi torno torno cinto,
smagliante sotto il sole maestoso,
ed è di vaghi fiori variopinto.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Lucia Avigliano

Diamo il benvenuto all'anno 2021 con queste immagini che ci avvicinano alla parte forse più bella della nostra città: il Paesaggio e i pregi naturalistici.
Questa volta il progetto calendario ha puntato l'obiettivo sul quel vero "tesoro" della nostra città che sono le bellezze naturali, l'ambiente, che dobbiamo saper conservare.
Abbiamo il dovere di saper difendere, oltre che conoscere attraverso le descrizioni di queste pagine del calendario.

I contenuti di Youtube non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Clicca su "Accetto e mostro il contenuto" per visualizzare i contenuti e accettare le impostazioni sui cookie di Youtube. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra Dichiarazione privacy. Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle impostazioni sui cookie in qualsiasi momento.

Accetto e mostro il contenuto

Dario Cantarella
La trasformazione del paesaggio

Il calendario di Cava de' Tirreni, curato negli ultimi anni da Gaetano Guida, questa volta per il 2021, ci offre un tema di grande attualità:
"IL PAESAGGIO", declinato nelle sue differenti sfumature, all'interno delle pagine del calendario stesso.
Oggi vediamo un paesaggio molto diverso, rispetto a quello dei secoli trascorsi. Tra Sette e Ottocento, scrittori, artisti, personaggi illustri e meno illustri hanno transitato, o si sono fermati a Cava, per ammirarne le bellezze paesaggistiche...

Gaetano Guida

“La città di Cava de' Tirreni. Natura e paesaggio”, è questo il titolo del calendario storico-artistico 2021 del Comune di Cava de’ Tirreni, curato dal III Settore, Ufficio Biblioteca e Archivio Storico, attraverso le ricerche e la grafica di Gaetano Guida.

La pubblicazione è in distribuzione nelle edicole cittadine ed il ricavato delle libere offerte verrà devoluto in beneficenza al Comitato “Figli di Mamma Lucia” che si occupa dell’allestimento del Museo dedicato all’eroica donna.

Il ricavato delle libere offerte sarà destinato al
Comitato "Figli di Mamma Lucia"

Il Comitato ha lo scopo di creare un Museo dedicato alla figura eroica di Lucia Apicella (Cava de’ Tirreni, 18 novembre 1887 - 27 agosto 1982).